This page was exported from abilidisabili [ http://www.abilidisabili.it/abilidisabili ]
Export date: Sat Jul 20 9:50:08 2019 / +0000 GMT

Papa Francesco e i disabili



Il bacio del Papa ai bimbi disabili di Assisi:


"Siete le piaghe di Gesu'"


Il bacio del Papa ai bimbi disabili di Assisi  Siete le piaghe di Gesu
04 OTT 2013

(AGI) - Assisi, 4 ott. - Alle 7.30 l'elicottero con a bordo Papa Francesco e' atterrato ad Assisi. Ad accoglierlo il presidente del Senato, Pietro Grasso. Il Pontefice si e' subito recato nella cappella dell'Istituto Seraphicum, dove ha sostato qualche minuto in preghiera. Poi ha iniziato a salutare i giovani ospiti del centro, che assiste bambini disabili. Per ognuno ha avuto una parola, a ciascuno ha dato un bacio e una carezza. Sono circa 60 i giovani pluriminorati attualmente assistiti nella casa fondata dal beato Ludovico da Casoria il 17 settembre 1871, in ricordo delle stimmate ricevute da San Francesco, segno della sofferenza di Gesu' che si protrae nelle sofferenze dei ragazzi. "Questi ragazzi sono le piaghe di Gesu' che hanno bisogno di essere ascoltate, di essere riconosciute". Francesco ha spiegato cosi' la sua decisione di iniziare con una visita ai giovani pluriminorati dell'Istituto Seraphicum. "Mi viene in mente - ha aggiunto - quando il Signore Gesu' andava in cammino con quei due discepoli tristi, ai quali ha fatto vedere le sua piaghe e loro lo hanno riconosciuto".
"Gesu' - ha spiegato - e' nascosto in queste piaghe, che hanno bisogno di essere ascoltate non tanto sui giornali, come notizia che dura uno, due, tre giorni e poi viene un altro fatto". Secondo il Pontefice, le piaghe di Gesu' nei giovani disabili "devono essere ascoltate da quelli che si dicono cristiani: un cristiano adora Gesu', lo cerca, riconosce le piaghe di Gesu' e oggi tutti noi qui abbiamo la necessita' di dire: queste piaghe devono essere ascoltate". Alcuni infermieri, mentre Francesco continuava a intrattenersi con i giovani, hanno srotolato un piccolo striscione con scritto "Francesco ripara la mia casa", che e' l'invito che fu rivolto al Poverello dal Crocifisso di San Damiano. Gli otto cardinali del Consiglio istituito da Papa Francesco per aiutarlo nel governo della Chiesa Universale, sono accanto al Pontefice nell'incontro con i giovani, seduti ai due lati del presbiterio. L'americano Shean O'Malley, arcivescovo di Boston che viene dall'ordine dei cappuccini, indossa il saio francescano. "Questi ragazzi ogni giorno vengono accolti e, soprattutto, abbracciati. Anche le sue parole ci abbracciano come l'abbraccio di un padre che cerca di insegnare a noi figli la strada giusta". Con queste parole Claudio Ricci, sindaco di Assisi, si rivolge a Papa Francesco. "L'accompagneremo durante la giornata e verremo a salutarla alla conclusione - ha detto il sindaco - quando Assisi non sara' piu' la stessa perche' lei avra' donato nuove parole con le quali la citta' dovra' parlare all'umanita". Un pensiero il sindaco l'ha poi rivolto alla tragedia di Lampedusa chiedendosi "come noi tutti possiamo risarcire l'identita' e la dignita' a questi uomini". Hanno atteso tutta la notte in una sorta di veglia per prendere il posto in prima fila in piazza del Comune, davanti alle transenne che affacciano sulla piazza della Basilica superiore di San Francesco. Qui Papa Bergoglio arrivera' invece intorno alle 10.30 ma c'e' chi lo aspetta fin dall'una di notte. "Non voglio perdermi questo evento", dice Daniela, una donna abruzzese. Percorrendo le strade che salgono da Santa Maria degli Angeli verso Assisi e' una processione di pellegrini: alcuni sono arrivati con i pullman da molto lontano, dalla Sicilia, dal Trentino. Hanno il sorriso sul volto: "Andiamo a incontrare Francesco". Ma c'e' chi ci tiene a ricordare la tragedia di ieri a Lampedusa: "Siamo venuti anche a pregare per i morti e per i sopravvissuti", dice un ragazzo di 30 anni. L'attesa a un certo punto viene bagnata da alcune gocce di pioggia, ma nessuno sembra accorgersene. Dentro Assisi molti bar e negozi sono rimasti aperti tutta la notte: "Ci sono pellegrini qua fuori dall'una - spiega il barista del bar San Francesco, dirimpetto alla basilica - noi abbiamo fatto la notte come loro".(AGI) .


    
   



 

Post date: 2013-10-08 13:03:23
Post date GMT: 2013-10-08 13:03:23
Post modified date: 2013-10-08 13:03:23
Post modified date GMT: 2013-10-08 13:03:23
Export of Post and Page has been powered by [ Universal Post Manager ] plugin from www.ProfProjects.com